Statuto

.Statuto
Art. 1  (Denominazione)
E’ costituita l’associazione culturale senza scopo di lucro “ Ente di Formazione per la Sicurezza –Cantiere Scuola Nazionale” o in acronimo “ E.F.S. Cantiere Scuola Nazionale ” che si configura come ente di formazione, studi e ricerche prevalentemente  partecipato da Intesa Sindacato Autonomo Confederazione sindacale firmataria di 13 CCNL , dalle sue federazioni di categoria ISA/ Federazione Sicurezza & Formazione, e ISA/ Federazione Edili e Cementieri ,con la partecipazione degli Enti/ Centri di Formazione  di diretta ed esclusiva emanazione INDOMITA, QSS Formazione e 626 School srl
Art. 2  (Sede e durata)
Essa ha sede nel comune di Roma  nella Via Farini 62 - cap 00185 Roma . La durata dell’associazione è illimitata. Essa può istituire anche sedi distaccate negli altri comuni.

Art. 3  (Scopi ed oggetto sociale)
L’Associazione persegue i seguenti scopi
Garantire l’informazione , la Formazione, l’addestramento,l’aggiornamento , la specializzazione dei lavoratori e delle lavoratrici, dei tecnici, dei professionisti che operano nel campo della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro con particolare riferimento alle figure professionali previste dal D.Lgs.81/08 e s.m.i. , nonché dagli Accordi Conferenza Stato Regioni intervenuti e che interverranno.
                 la formazione , la specializzazione e l'aggiornamento di lavoratori, di concorrere nei modi previsti dalle normative al loro addestramento e alla  loro abilitazione specifica all'uso di macchine, attrezzature da lavoro, dei loro rappresentanti non che di preposti e dirigenti in materia di igiene, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro , e dei professionisti e tecnici della sicurezza sul lavoro, secondo quanto stabilito e in ottemperanza  alle vigenti normative ex  D.Lgs.81/08 e s.m.i. , agli accordi Stato Regioni in materia di sicurezza sul lavoro e formazione generale, specifica e specialistica , alle circolari applicative del Ministero del Lavoro e delle sue commissioni preposte;
                La partecipazione a fondi professionali e aderire ad enti bilaterali paritetici;
                 La  progettazione, realizzazione e gestione di attività quale Organismo di certificazione delle competenze e del personale, in accordo alle norme ISO/IEC 17024: 2003 e ISO 19011: 2002, nonché svolgere corsi di formazione e ogni altra attività formativa e di certificazione delle competenze in conformità alle norme UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004 in ambito sicurezza sul lavoro e formazione;
 Organizzare e condurre convegni e dibattiti finalizzati ad affrontare le problematiche della realtà sociale economica e produttiva del Paese con particolare riferimento alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
Perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale nei settori della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, della formazione, della tutela dei diritti e della promozione della cultura della sicurezza,
La collaborazione attiva con enti e istituzioni pubbliche e private, associazioni e quanti altri si interessano e si impegnano nelle aree di intervento formativo e socio-culturale nel campo della sicurezza sul lavoro; 
Perseguire finalità culturali, ricreative e sportive attraverso la gestione di attività nei campi  dell’informazione, della cultura, della formazione e della promozione sociale , relative alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
Compiere operazioni pubblicitarie correlate allo scopo sociale anche attraverso l'utilizzazione di nuove tecnologie e di internet;
L’associazione potrà svolgere le seguenti attività:
progettazione, realizzazione e gestione di attività di volontariato con finalità di solidarietà sociale legate alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
gestione di iniziative  di animazione socio culturale e di intrattenimento;
promozione, progettazione, realizzazione e gestione di iniziative ed azioni regionali, nazionali e transazionali di ogni ordine e grado, nell’ambito dei programmi regionali, nazionali e comunitari;
progettazione e gestione di iniziative finalizzate alla promozione di azioni di cooperazione regionale, nazionale ed internazionale;
progettazione, assistenza alla progettazione per conto terzi, gestione e cogestione di azioni formative di ogni genere e grado in favore di enti, società, consorzi ed associazioni, pubbliche, private e miste;
promozione culturale e professionale dei giovani in cerca di prima occupazione e occupati, e degli adulti occupati e/o nell’attesa di reinserimento lavorativo, attraverso la progettazione, realizzazione e gestione di interventi formativi rivolti all’aggiornamento, alla qualificazione, al perfezionamento, alla specializzazione, alla riqualificazione e all’acquisizione di specifiche competenze professionali;
promozione, attuazione della ricerca e dello sviluppo, studi ed indagini statistiche; 
consulenze progettuali, organizzative, gestionali in favore di enti/società/aziende, pubbliche e private;
progettazione, realizzazione e gestione di azioni formative finalizzate all’acquisizione di specifiche professionalità nel settore della sicurezza e della formazione nell’ambito di attività industriali, terziarie ed agricole e della pubblica amministrazione nonché alla formazione di operatori, quadri e dirigenti di dette attività;
progettazione e gestione di interventi rivolti alla creazione delle condizioni di parità e pari opportunità tra donne ed uomini nella formazione, nel lavoro, nel contesto sociale e nella presenza delle istituzioni;
organizzazione e gestione  di interventi di orientamento scolastico, universitario e professionale;
promozione della ricerca e dello sviluppo, nel campo delle discipline sociali, ambientali, scientifiche, tecniche e tecnologiche, economiche e giuridiche;
organizzazione di convegni, dibattiti, conferenze,ricerche  e seminari di studi nel settore della formazione e della cultura della sicurezza sul lavoro, nonché svolgimento di attività editoriale e di documentazione, anche attraverso produzioni audiovisive e radiotelevisive tradizionali e digitali ;
capitalizzazioni di esperienze di altri enti, associazioni e società, pubbliche, private e miste, nel settore della formazione, ricerca e sviluppo, attraverso lo svolgimento di azioni ed interventi congiunti;
organizzazione di fiere, mostre, convegni, dibattiti, conferenze, seminari di studi, iniziative ricreative, artistiche e musicali, gare sportive e manifestazioni di ogni altra natura, nonché svolgimento di iniziative editoriali e di documentazione anche attraverso produzioni audiovisive , radiotelevisive e web; 
esercizio dell’attività di informazione, di divulgazione, di documentazione, svolgimento di iniziative editoriali anche digitali , seminariali e di dibattito;
               -  promozione ed attuazione di azioni che facilitino la crescita e l'orientamento  sociale anche attraverso l’intermediazione istituzionale,da soli o in partnership con altre organizzazioni sindacali , datoriali ed imprenditoriali; 
              esercizio di azioni che facilitino l’incontro della domanda e dell’offerta nel mondo del lavoro anche attraverso la progettazione, l’istituzione e la gestione di sportelli informativi anche in modalità on line  ed agenzie polifunzionali di servizi, da attuare in proprio e/o in convenzione con altri enti o aziende pubbliche e private;
              la promozione ed attuazione di azioni rivolte alla tutela, alla valorizzazione ed alla catalogazione del patrimonio culturale, monumentale ed ambientale locale, regionale e nazionale;
              la progettazione, realizzazione e gestione di iniziative turistiche, di ogni ordine e grado, che favoriscano lo sviluppo occupazionale attraverso la promozione e valorizzazione delle risorse paesaggistiche, monumentali e culturali locali e nazionali;
              la stipula di appositi contratti e convenzioni con soggetti in possesso di idonee capacità professionali e/o di specializzazioni, laddove non ve ne sia la disponibilità tra i soci, per le prestazioni di lavori, servizi e consulenze;
              la promozione ed attuazioni di partenariati, gemellaggi, collaborazioni, convenzioni ed affiliazioni con enti pubblici e privati, associazioni, fondazioni, istituti, dipartimenti universitari, centri di ricerca e sperimentazione e consorzi, a livello locale, regionale, nazionale, comunitario, ed extracomunitario;
              la partecipazione a società, a cooperative ed a consorzi, di enti, società ed associazioni, pubbliche, private e miste nella compagine sociale della cooperativa;
              gestione, organizzazione ed implementazione di piattaforma FAD (Formazione a Distanza), nonché di database gestionali e siti web dedicati;
              -L’Associazione potrà svolgere qualunque altra attività connessa ed affine a quelle già previste dall’oggetto sociale, nonché compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni utili alla realizzazione degli scopi sociali e, comunque sia, indirettamente che direttamente attinenti ai medesimi, nonché tra l’altro:
              formazione continua in campo sanitario, legale, tecnico ed ogni altra categoria in genere
              svolgimento di corsi di formazione specialistica in materia di mediazione civile e/o conciliazione ed istituzione, anche in diversi sedi operative, degli organismi di mediazione
              promozione culturale e professionale dei giovani in cerca di prima occupazione e occupati, e degli adulti occupati e/o nell’attesa di reinserimento lavorativo, attraverso la progettazione, realizzazione e gestione di interventi formativi rivolti all’aggiornamento, alla qualificazione, al perfezionamento, alla specializzazione, alla riqualificazione e all’acquisizione di specifiche competenze professionali anche nel settore della sicurezza sul lavoro;
             Art. 4  (Patrimonio ed esercizi sociali)
             Le entrate dell’Associazione sono costituite esclusivamente:
              a)   Dalle quote sociali;
              b) Dall’eventuale ricavato proveniente dall’organizzazione di manifestazioni o partecipazione ad esse;
              c)    Da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attività sociale;
              L’Associazione chiude al 31/12 di ogni anno la gestione delle proprie attività. Entro 30 giorni dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto un rendiconto consultivo che verrà approvato dal Consiglio Direttivo.
 
              Art. 5  (Soci)
              Sono “ Soci Fondatori” i soggetti che hanno costituito l’Associazione, e che fanno parte di diritto nel Consiglio Direttivo. Chi intende essere ammesso come “Socio Ordinario” dovrà presentare al Consiglio Direttivo domanda scritta, impegnandosi ad attenersi al presente statuto e ad osservare gli eventuali regolamenti e le delibere adottate dagli organi dell’Associazione, e a versare la quota sociale stabilita annualmente da Consiglio Direttivo.
              Il numero dei “Soci Ordinari” è illimitato. Possono essere Soci coloro i quali hanno compiuto la maggiore età. I Soci sono obbligati a versare una quota associativa annuale. L’adesione all’Associazione è a tempo indeterminato, fermo restando in ogni caso il diritto al recesso.

              Art. 6 (Criteri di ammissione ed esclusione dei Soci)
               Sulle domande di ammissione si pronuncia il Consiglio Direttivo, le eventuali reiezioni debbono essere motivate. Il Consiglio Direttivo cura l’annotazione dei nuovi aderenti nel libro soci dopo che gli stessi avranno versato la quota associativa. La qualità di Socio si perde per decesso, per esclusione, per decadenza o per recesso. L’esclusione dei Soci è deliberata dal Consiglio Direttivo per comportamento contrastante con gli scopi dell’Associazione e per persistenti violazioni degli obblighi statutari. Il Socio decade automaticamente in caso di mancato versamento della quota associativa per un anno. Il Socio receduto o escluso non ha diritto alla restituzione delle quote associative versate.-

              Art. 7  (Doveri e diritti dei Soci)
              Tutti i Soci sono obbligati a:
               a) Osservare il presente statuto, gli eventuali regolamenti interni e le deliberazioni legalmente adottate dagli organi associativi;
               b)  Mantenere sempre un comportamento corretto nei confronti dell’Associazione;
               c)  Versare la quota associativa;
               d)  Prestare la loro opera a favore della Associazione in modo personale, spontaneo e   gratuito sono esclusi oneri aggiuntivi di qualsiasi natura.
               Tutti i Soci hanno diritto a:
               a)  Partecipare effettivamente alla vita dell’Associazione;
               b)  Partecipare all’Assemblea con diritto di voto;
               c)  Accedere alle cariche associative;
               d)  Prendere visione di tutti gli atti deliberati e di tutta la documentazione relativa alla gestione dell’Associazione con possibilità di ottenerne copia.

              Art. 8  (Organi dell’Associazione)
              Sono Organi dell’Associazione:
              1)  L’Assemblea dei Soci;
              2)  Il Consiglio Direttivo;
              3)  Il Presidente;
              4)  Il Vice-Presidente;
              5)  Il Segretario Tesoriere.
              Verranno rimborsate le spese effettivamente sostenute ed adeguatamente documentate, sempre nell’espletamento di compiti e funzioni ricoperte nell’interesse dell’Associazione stessa.

              Art. 9  (Assemblea)
              L’Assemblea è composta da tutti i Soci ed è l’organo sovrano dell’Associazione. Hanno diritto di intervenire all’Assemblea tutti i Soci in regola nel pagamento della quota annua di associazione. L’Assemblea si riunisce in seduta ordinaria su convocazione del Presidente almeno una volta all’anno e ogni qualvolta lo ritenga necessario il Consiglio Direttivo. L’Assemblea ordinaria indirizza tutta la vita dell’Associazione e in particolare:
              a)  Approva il bilancio consuntivo e preventivo;
              b)  Elegge i componenti del Consiglio Direttivo;
               c)  Delibera l’eventuale regolamento interno e le sue variazioni;
               d)  Delibera tutti gli altri oggetti sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo.
               L’Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto e sullo scioglimento dell’Associazione. Sia l’assemblea ordinaria che straordinaria sono presiedute dal Presidente o in sua assenza dal Vice-Presidente e, in assenza di entrambi da altro membro del Consiglio Direttivo eletto fra i presenti. Le convocazioni sono effettuate mediante comunicazione in qualunque forma che garantisca data certa almeno tre giorni prima della data della riunione contenente ordine del giorno, luogo, data e orario. L’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria è validamente costituita quando sia presente almeno la metà più uno dei Soci regolarmente iscritti sul Libro dei Soci. Le deliberazioni dell’Assemblea sono valide quando siano approvate dalla maggioranza dei presenti, eccezione fatta per la deliberazione riguardante lo scioglimento dell’Associazione e la relativa devoluzione del patrimonio residuo per la quale è necessario il voto favorevole di almeno 2/3 degli associati. Le delibere assembleari devono essere nel libro verbali delle riunioni e deliberazioni dell’Assemblea tenuto dal Segretario Amministrativo.

              Art. 10  (Consiglio Direttivo)
              Il Consiglio Direttivo è formato dai Soci Fondatori. I membri del Consiglio Direttivo rimangono in carica per 5 (cinque) anni e sono rieleggibili. Per il primo anno, svolge anche le funzioni dell’Assemblea. Nel caso in cui, per dimissioni o altre cause, uno o più dei componenti il Consiglio Direttivo decadano dall’incarico, il Consiglio medesimo può provvedere alla loro sostituzione, che rimangono in carica fino allo scadere dell’intero Consiglio; nell’impossibilità di attuare detta modalità il Consiglio può eleggere altri Soci che rimangono in carica fino alla successiva Assemblea che ne delibera l’eventuale ratifica. Ove decada oltre la metà dei membri del Consiglio, l’Assemblea deve provvedere ad eleggere un nuovo Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno un Presidente, un Vice-Presidente, un Segretario Amministrativo e designa eventualmente un Direttore Generale.
             Al Consiglio Direttivo sono attribuite le seguenti funzioni:
             1)  L’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;
             2)  Predisporre il bilancio preventivo e consultivo;
             3)  Predisporre l’eventuale regolamento interno;
             4)  Eleggere il Presidente, il Vice-Presidente, il Segretario Amministrativo;
             5)  Deliberare sulle domande di nuove adesioni;
             6) Provvedere agli affari di ordinaria amministrazione che non siano spettanti all’Assemblea dei Soci.
              Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente o in caso di sua assenza dal Vice-Presidente e, in assenza di entrambi, da altro membro del Consiglio medesimo eletto fra i presenti. Il Consiglio Direttivo è convocato di regola almeno una volta all’anno e ogni qualvolta il presidente lo ritenga opportuno o almeno dai 2/3 dei membri del Consiglio Direttivo. Assume le proprie deliberazioni con la presenza della maggioranza dei suoi membri ed il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti. Le convocazioni devono essere effettuate con qualsiasi mezzo idoneo da recapitarsi almeno tre giorni prima dalla data della riunione, contenente ordine del giorno, luogo, data ed orario della seduta. I verbali di ogni adunanza del Consiglio redatti a cura del Segretario Tesoriere e sottoscritti dallo stesso e da chi ha presieduto la riunione vengono conservati agli atti. Viene, inoltre, istituito dal Consiglio direttivo un fondo sociale presso una sede bancaria, tenuto a cura del Segretario Amministrativo, il quale risponde della gestione della contabilità sociale.

              Art. 11  (Il Presidente)
              Il Presidente, eletto dal Consiglio Direttivo, ha il compito di presiedere lo stesso nonché l’Assemblea dei Soci. Al Presidente è attribuita la rappresentanza dell’Associazione di fronte a terzi e in giudizio. In caso di sua assenza o impedimento le sue funzioni spettano al Vice-Presidente o, in assenza, al membro nominato dal Consiglio stesso. Cura l’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo e, in caso d’urgenza, ne assume i poteri chiedendo ratifica allo stesso dei provvedimenti adottati nella riunione immediatamente successiva che egli dovrà contestualmente convocare.

              Art. 12  (Scioglimento)
              In caso di scioglimento per qualunque causa, l’Associazione devolve il suo patrimonio ad altre associazioni con finalità identiche o analoghe.
            
              Art. 13  (Rinvio)
              Per quanto non previsto dal presente statuto valgono le norme di legge vigenti in materia.